L'Etranger/FColin PANTALL
La Fotografia come strumento d’identità e memoria

Intervista di Alberto Castro
Simona Franceschino Simona Franceschino10 Gennaio 2018647
https://www.das-spectrum.org/wp-content/uploads/2018/01/colin-pantall@4x-e1561886745757.png

Parlare di Colin Pantall non è semplice. Scrittore, fotografo e professore universitario, al di fuori delle convenzioni ufficiali, a mio avviso Colin appartiene senza alcun dubbio alla famiglia degli “Autori.” Un autore che ricerca dentro di sé la parte più intima e sincera, condividendola generosamente con il suo pubblico. Oltre all’amore per il paesaggio, Colin sublima in fotografia la sua profonda attenzione per le relazioni quotidiane, per il naturale scorrere della vita negli ambienti domestici, oltre al suo sincero interrogarsi sul ruolo genitoriale e sul legame profondo tra genitori e figli. [Leggi tutto]

 


Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria […] per consegnare alla morte una goccia di splendore di umanità di verità.

Fabrizio de Andrè

Contatti

  • Fotografi, critici, storici o professionisti possono inviare il proprio saggio e/o i propri lavori fotografici da esaminare all’indirizzo: scouting@das-spectrum.org

Spectrum © The Dead Artists Society