Body of Evidence
14° Cortona on the move
11 Luglio – 3 Novembre 2024

di Redazione Spectrum Web
3nzo2 Luglio 202428

Quattro collettive, diciotto mostre personali, sei location in quattro mesi di festival. Sono questi i numeri della prossima edizione del festival internazionale di fotografia Cortona on the move, in programma nella città toscana dall’11 luglio al 3 novembre 2024 e avente per tema Body of Evidence.

Il clou della manifestazione sarà, come ogni anno, nelle giornate inaugurali del festival (11-14 luglio), quando si daranno appuntamento a Cortona alcuni dei maggiori esperti nazionali e internazionali del mondo della fotografia, impegnati in eventi, presentazioni, talk e workshop.

L’allungamento del periodo espositivo segna una scelta di campo dell’organizzazione che vuole creare un contenitore culturale sempre più strutturato e aperto a un vasto pubblico, compresi i più piccoli che potranno fruire di una mostra pensata proprio per loro. Veronica Nicolardi, direttrice del festival, sottolinea che nonostante le novità la mission rimane invariata, con la solita attenzione alla produzione di contenuti originali e inediti, all’interazione con il territorio e al taglio internazionale delle collaborazioni e degli eventi.

Come negli ultimi anni la direzione artistica è stata affidata a Paolo Woods, affiancato anche in questa occasione dal Collettivo Kublaiklan, che riflette sul tema proposto per l’edizione 2024 sottolineando come  “sin dalla nascita della fotografia, il corpo si è subito imposto come uno dei soggetti principali del nuovo mezzo. Il corpo da scoprire, da denudare, da osservare. Il luogo dei piaceri ma anche dei dolori, vulnerabile e potentissimo. Oggi più che mai il corpo è il territorio di tutte le battaglie: identitarie, di genere e politiche, individuali o collettive. [A Cortona on the move] scopriremo il corpo e, con lui, noi stessi”,

Tra i fotografi presenti alla kermesse cortonese ricordiamo tra gli altri Myriam Boulos, Ken Graves, Eva Lipman, Philip Montgomery, Niccolò Rastrelli e Carmen Winant. Alle loro personali si accompagnano le collettive The Body as a Canvas (a cura di Lars Lindemann e Paolo Woods), Corpi Celesti – Un percorso negli Archivi Alinari (a cura degli scrittori Nicola Lagioia e Chiara Tagliaferri e realizzata in collaborazione con la Fondazione Alinari per la Fotografia e con la ricerca iconografica di Rita Scartoni), This is the end (a cura di Paolo Woods e Irene Opezzo) e Cronache d’acqua – Immagini dal Nord Italia (una produzione di Cortona on the move risultato di un progetto commissionato da Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo con Green&Blue al collettivo di fotografi Cesura).

Maggiori info e dettagli su http://cortonaonthemove.com/